Recensioni

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 ... 79 80
Recensione Circle_Regenerated

Norther - Circle Regenerated

- Nuova lineup, nuovo disco. Nuovo sound?

In un certo modo sì, ma andiamo con ordine.
Le due new entry sono il vocalist Sihvonen che prende il posto del veterano Lindroos e Freyberg, chitarrista dei Naildown.

Tutta la musica di questo nuovo album è affidata al chitarrista Ranta, sue le musiche e suoi i testi. Cosa ci dobbiamo aspettare allora?

Scordatevi di sentire delle hit come Frozen Angel, questo Circle Regenerated non offre nulla di memorabile, ma [Continua...]
Recensione Finis_Terrae

Kromlek - Finis Terrae

- Terzo disco per la giovane band tedesca, i precedenti due album suonavano un viking-folk con spunti interessanti, ma il difetto principale era la scarsa produzione che non rendeva la dovuta giustizia al suono, spesso confusionario e grezzo.

Ora invece, dopo una lunga pausa, tornano sulla scena con questo Finis Terrae che letteralmente spacca, sia musicalmente che come produzione.
Il sound è virato verso influenze epic/power contaminate in modo notevole dall'elettronica (Metropolitan Roots), [Continua...]
Recensione Mood

The Insane Stage - Mood

- Prima uscita anche per gli Insane Stage, band empolese che esce allo scoperto con Mood, disco d’esordio ispirato alla scena musicale degli ultimi decenni dello scorso millennio.
Questi ragazzi hanno scommesso su un sound retrò, altalenante tra hard&heavy (Redeem, The strongest, One day, Lone wolf, The noble sound of the sweet moon) e un moderno rock “easy listening” ( Black beauty, Sky high, Forget me, My kind), arricchito di linee melodiche pacate e scanzonate(la riflessiva Why) utilizzate [Continua...]
Recensione The_Pulse_of_Awakening_

Sybreed - The Pulse of Awakening

- Arriva al terzo album il quartetto svizzero. E' il momento della verità, dove spesso molte band si perdono, ed i Sybreed, in piena mancanza di ispirazione, fanno un bel capitombolo.
E' un peccato, perchè seppur i due precedenti dischi non siano dei capolavori immensi, i Nostri avevano dimostrato di saperci fare, soprattutto con le melodie melodic-death e con la capacità di dosare bene i suoni più elettronici. Non mancavano nemmeno dei ritornelli azzeccati in stile Soilwork o Fear Factory. [Continua...]
Recensione In_Thrash_We_Trust

Dreker - In Thrash We Trust

- Dreker è un gruppo thrash che sostanzialmente si presenta da solo, ma per
fugare ogni dubbio è sufficiente leggere le prime righe della biografia, nelle
quali si espone come il fondatore Alessandro (voce) volesse “coniugare la sua
venerazione ossessiva per il thrash anni 80 e la sua demenza idiota”.
Attitudine goliardica, confermata dai titoli delle canzoni (“We Want To
Drink”, “Bimbominkia”, “War Of The Whores”) e dai samples che introducono le
prime due canzoni (nelle quali si [Continua...]
Recensione Antagonist_%2528Neurotech%2529

Neurotech - Antagonist (Neurotech)

- Si tratta del debutto discografico di questa giovane band slovena. Il genere proposto è un Industrial decisamente contaminato dall'elettronica e dal Melodic Death di matrice svedese.
Già ascoltando la title track potrete rendervi conto che il mainman Wulf (nonchè compositore della band) è fortemente influenzato da band quali Samael (periodo Eternal (samael)) e Dark Tranquillity, le somiglianze sono rimarchevoli, sia nel sound che nel cantato.
La principale arma [Continua...]
Recensione I_Want_To_Believe

E.T.H.A.N. - I Want To Believe

- “I Want To Believe” è la prima registrazione del gruppo deathcore pesarese E.T.H.A.N. (Extra Terrestrial Humanity Annihilation Nucleus). L' acronimo, il titolo dell' EP e la copertina (molto bella e d' effetto) riflettono le tematiche affrontate dal gruppo: tematiche che quindi vertono sugli alieni, tratteggiate con ironia riguardo certe teorie sull' esistenza degli stessi, o nelle quali l' “alieno” diventa metafora per esprimere un senso di alienazione.
Le tematiche vengono urlate [Continua...]
Recensione Vertigo

Marco Campanella - Vertigo

- Inizia con “Vertigo” il viaggo del giovane Marco Campanella, chitarrista tricolore che si concede nella sua prima uscita come solista, puntando su 6 brani strumentali di un EP carico di energia, spontaneità e tecnica.
E’ dovere riconoscere che le idee di questo giovane chitarrista sono lodevoli; si mostra subito a suo agio nel padroneggiare il suo strumento, regalando esecuzioni sciolte e piene zeppe di chicche melodiche.
L’EP si apre con “Air”, intro fatta di emozionanti melodie di tastiere [Continua...]
Recensione VVorldVVithoutEnd

Katharsis - VVorldVVithoutEnd

- Ecco il disco che porta a compimento la ricerca dell' estremismo sonoro, concettuale e attitudinale.
Se Salvation (dei Funeral Mist) era il disco segnato da una ferocia perfettamente ragionata, l' intelletto messo a servizio del Male, VVorldVVithoutEnd è il suo polo antitetico: l' essenza negativa del caos, un concentrato di furia assassina sotto il comando degli impulsi bestiali.
In realtà questa definizione non serve a descrivere appieno il disco, che rivela molto di più di questo magma [Continua...]
Recensione Varjoina_Kuljemme_Kuolleiden_Maassa

Moonsorrow - Varjoina Kuljemme Kuolleiden Maassa

- Il capolavoro.

Con un solo termine si può descrivere l'immensità di questo nuovo disco, infatti presenta l'apice compositivo della loro intera carriera.

Quattro son le tracce musicali, tutte attorno ai 12-15 minuti di durata; invece tre sono gli intermezzi ambient che fungono da preludio alla vera canzone.

Il disco si apre subito con una canzone il cui impatto positivo è assicurato, ovvero Tähdetön che non si discosta troppo dal sound degli ultimi dischi (Tulimyrsky [Continua...]
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 ... 79 80