Penitenthiagite

Anno
2003
Tracklist
1. Introitus: Gaudeamus Omnes 01:33
2. Penitenthiagite 06:58
3. Historia fratris Dulcini Heresiarche 05:51
4. Hodie Benedicamus Domine 04:13
L'immagine non è disponibileRecensione:
Voto:
80/100
Parlando dei Dolcinian non si può non citare la scena black metal veneta; una scena che negl’ultimi anni ha sfornato grandissimi gruppi, dai più famosi “L’Ordre du Temple” ai “Fourth Monarchy”.
Questi gruppi sono tutti accomunati da Count David, voce in entrambi i progetto oltre che nei Dolcinian.
Il progetto Dolcinian propone un black particolare, con tematiche cristiane; se a molti queste tematiche sembrano estranee al genere si sbagliano.
Un particolare tipo di musica che fonde elementi medievaleggianti della tradizione veneziana a un black metal profondamente influenzato da “Bergtatt” degli Ulver, fanno da cornice a questo ottimo lavoro chiamato Penitenthiagite; il disco narra le vicende di frate Dolcino che accusato di eresia dal Papa, fu arso vivo con la moglie dopo essere stato torturato.
L’EP è formato da 4 traccie e si apre con “Introitus: Godeamus Omnes” un canto gregoriano sovrapposto a un temporale dal quale parte la traccia migliore di questo breve lavoro: la title track “Penitenthiagite”; un arpeggio acustico di ottima fattura si trasforma in un riff distorto rafforzato da blast beat e dallo scream; i riff si ripetono per dare spazio a un altro arpeggio. Qui il mixaggio decade un po’ ma la canzone resta comunque un piacevole ascolto. La chitarra acustica domina anche in “Historia Fratis Dolcini Heresiarche” in cui un arpeggio davvero pregevole è rinforzato da un flauto tenue e lontano. L’outro “Hodie Benedicamus Domino” è il pezzo più malinconico del breve ma intenso lavoro che si andrà a concludere con un altro canto gregoriano in fade out.
Un vero peccato è che il lavoro sia stato prodotto in sole 200 copie, evidentemente il gruppo non si aspettava il successo raggiunto. Speriamo che questo eccellente gruppo produca al più presto nuovi lavori o rimasterizzi il disco in questione.
Undeth