I Will Find You

Anno
2010
Tracklist
L'immagine non è disponibileRecensione:
Voto:
83/100
Ritorno in grande stile, ancora una volta su Crotalo Records, per il chitarrista solista e pluristrumentista padovano Filippo Martin. D'altronde, dopo il buonissimo debutto "Still In My Dreams" del duemilasette, la label nostrana Crotalo non poteva sicuramente lasciarsi scappare la stampa di questo nuovo disco.
Ascoltando "I Will Find You" si denota, sin dai primi frangenti, un cambiamento di stile non di poco rilievo. Infatti, se agli esordi la chitarra di Martin suonava più dura e diretta, con richiami all'hard-rock, ora il sound è decisamente cambiato, più soft e improntato su melodie talvolta "sognanti", in cui la chitarra, a differenza di tanti altri solisti, non si perde in solos ipertecnici e ultra-veloci, bensì, lascia il dovuto spazio a parti più meditative. I dettami del mostro sacro Joe Satriani si fanno sentire quà e là nell'album, ma l'originalità degli arrangiamenti, sempre curati alla perfezione, non si perde mai in scopiazzature. Buono il suono della drum-machine, a differenza di molti altri artisti la cui batteria, a volte, sembra un insieme di percussioni fatte di palquet e plastica.
Altro, e indubbio, punto forte di I Will Find You, è l'immediatezza delle canzoni, questo non vuol dire affatto che le tracce siano scontate e banali, anzi, si lasciano apprezzare sin dai primi ascolti, e alla lunga non annoiano, nonostante la voce sia presente solo in un paio di loro. E quì ci sono tutte le capacità artistico-compositive di Filippo Martin che, a quanto già detto, ci mette del suo anche con le tastiere, creando delle atmosfere pregievoli con pochi ed essenziali riff.
Tra le varie tracce si fanno notare maggiormente Oriental Melody, dai tratti orientaleggianti, proprio come suggerisce il titolo stesso. La titletrack, costituita da una bellissima strofa e da un riffing più pesante che riesce a dare la carica. Canzone che sicuramente dal vivo si sarebbe lasciata cantare da più di qualcuno. E infine, Osmosi, che con gli intrecci di chitarra e piano, riesce a dare parecchie emozioni all'ascoltatore.
Insomma, I Will Find You è un ottimo disco che mi sento di consigliare agli amanti del rock, dell'hard-rock, e perchè no, magari anche a chi vive di metal melodico e AOR. A tutti gli altri, un ascolto è d'obbligo! Filippo Martin è un musicista umile che suona con grande passione, solo per questo andrebbe supportato. Se poi ci aggiungiamo le doti tecniche, allora si parla di acquisto doveroso.
Hellrob