From The Wrong Side Of The Aperture

Anno
2009
Tracklist
1. Through Escape
2. Opaque
3. The Amnesia Transmissions
4. This Time There Would Be No Witnesses
5. Bleak Future Trauma
6. The Imbecile
7. Murder The Distance
8. Of The Pulse And The Iris
9. Laudanum
L'immagine non è disponibileRecensione:
Voto:
85/100
Esordio discografico per i serbi Draconic, che, nati come black metal band nel 2003, sterzano il proprio stile ed esattamente sei anni dopo, danno alle stampe questo primo full-lenght, sotto contratto con la Noisehead Records.
La proposta è un death metal melodico di stampo svedese, genere riduttivo per i nostri, che si complicano letteralmente la vita componendo pezzi che hanno quasi sempre una base come detto melo-death, ma composti in ogni singolo frangente da una bella dose di soluzioni moderne e dinamiche. Provate a pensare al sound di Soilwork e In Flames, mescolato al modern metal di Raunchy e Mnemic, con qualche accenno prog alla Pain Of Salvation e una bella botta di tastiere in stile Pain, e avrete un'idea abbastanza ridotta di cosa questi ragazzi ci propongono.
Un disco così vario che è a dir poco eccelso, frutto di un songwriting incredibilmente curato, di suoni ricercati, di una tecnica sopraffina, basti pensare ai solos, sempre melodici e dalla venatura classic, che si ritagliano uno spazio importante in ogni singola traccia, tra accelerate death/thrash, cambi di tempo vorticosi, tanto groove, aperture melodiche degne dei best acts del death metal moderno e un tocco cybernetico-industriale che lascia il segno. Con una sessione ritmica potente e precisa e un cantante che fa decine di vocalizzi diversi e ci tiene sempre incollati allo stereo con chorus che ricordano le due band melo-death che abbiamo già citato quì sopra.
Nove canzoni in cui non si può nemmeno parlare di cali, sarebbe come una grossa e potente bestemmia. Si parte con l'opener Through Escape, un must per chi adora Stabbing The Drama, indubbiamente una delle tracce più riuscite, come d'altronde The Amnesia Transmission, dal chorus stupendo e gli stacchi sincopati.
Bleak Furture Trauma di sicuro farà sbavare gli amanti degli Strapping Young Lad, mentre Of The Pulse And The Iris è costituita da uno degli assoli più belli del platter...
Insomma, un album pazzesco, che sarà quasi impossibile togliere dal lettore cd, almeno fino a questa estate.
Grandissimi!
Hellrob