Death Unlimited

Anno
2004
Tracklist
L'immagine non è disponibileRecensione:
Voto:
89/100
Registrato negli studios della Spikefarm Records durante l'inverno del 2003 e visto uscire nei negozi all'inizio del 2004, Death Unlimited è il terzo full lenght dei Norther, capeggiati da Lindroos e Ranta, due giovani ragazzi nativi di Espoo e molto legati da una forte amicizia con i Children Of Bodom.
Dopo due ottimi dischi i Norther cambiano il loro sound, in parte con aggiunta di atmosfere da tastiera e con cori maschili in clear. Death Unlimited si apre con l'intro strumentale Nightfall e passa poi a Deep Inside, canzone veloce con una batteria che picchia molto e con Ranta alla voce clear nei cori. Segue la title track, pregievolissima traccia in stile Norther, Lindroos trasmette molta carica con la sua voce e i riff di chitarra si alternano ottimamente per dar vita alla miglior traccia del disco.
Da segnalare poi A Fallen Star, dotata di un sound power di derivazione Bodom oserei dire se solo il ritornello in clear non fosse la caratteristica peculiare della traccia.
Vain suona molto Melodic Death, con batteria e tastiera che si susseguono in parallelo.
Beneath trasmette calma e tranquillità, facendo da spartiacque tra la prima parte e la seconda parte del disco. Quindi ora tocca alle ultime tre canzoni: Hollow, Nothing e Going Nowhere.
Nothing è probabilmente la canzone piu sofferta del disco, lenta, cadenzata da riff ripetitivi e dallo scream soffocato di Lindroos fino al ritornello che libera la forza soppressa dei Norther.
Going Nowhere è veloce e molto stile Unleash Hell, un ottima conclusione per un album come questo; che consolida i Norther come una delle band principali della scena Melodic Death.
Somnium