Katatonia

Anno di formazione
1991
Nazione
Stato
Attivi
Membri
Fredrik Norrman - Chitarra
Mattias Norrman - Basso
Anders Nyström (Blackheim) - Chitarra, Programmi
Jonas Renkse (Lord Seth) - Voce, Programmi
Daniel Liljekvist - Batteria, Backing Vocals
La foto della band non è disponibile.
Biografia:
I Katatonia si formano nel 1991 a Stoccolma grazie ad Anders Nyström(chitarra) e Jonas Renkse(batteria e voce). Dopo un anno e mezzo di lavoro danno alla luce nel 1992 un demo intitolato "Jhva Elohim Meth" che riscosse un immediato successo, tanto da essere messi sotto contratto dalla label tedesca "Vic Records", con la quale realizzano il mini cd Jhva Elohim Meth-The Revival. Nel frattempo si unisce a loro il bassista Guillaume Le Huche grazie al quale si cimentano nelle prime esibizioni live.
Nel 1993 esce il loro primo full lenght per "No-Fashion Records", intitolato Dance Of December Souls, nel quale la band abbandona le parti “Black” e “Death Metal” per abbracciare sonorità più cadenzate e malinconiche, creando un classico del genere “Doom Metal”. Agli inizi del 1994 registrano un unico lungo brano dal sapore "goth", intitolato "Scarlet Heavens" , il quale confluirà nello split insieme agli irlandesi Primordial pubblicato nel 1996.
L'anno seguente firmano un contratto discografico con l'italiana "Avantgarde Music", con la quale pubblicano l'ep For Funerals To Come .
Intanto Renkse si dedica ad un side project “Doom” chiamato "October Tide", dal quale viene reclutato come chitarrista per i Katatonia, Fred Norrman. Nel 1996 esce Brave Murder Day, nel quale le parti vocali sono affidate interamente al singer degli Opeth Mikael Åkerfeldt, L'album per certi versi è più accessibile dei precedenti, mostrando una sensibile evoluzione del sound verso atmosfere più gotiche e passaggi “Death Metal”, senza però abbandonare le parti decadenti che li hanno resi celebri.
La band intraprende un breve tour in Europa e nel 1997 da alle stampe il mini album Sounds Of Decay sempre con Åkerfeldt alla voce. L'anno seguente esce Discouraged Ones , il cd della svolta: Renske si dedica alle clean vocals mentre Åkerfeldt si cimenta in veste di produttore. Le canzoni si fanno più brevi, semplificate nella struttura, mentre il sound perde le lente cadenze “Doom” che aveva caratterizzato i precedenti lavori per fare spazio a parti più riflessive ed atmosferiche a tinte “Dark”.
Nel 1999 la band firma un contratto con la "Peaceville Records", sotto la quale pubblica Tonight's Decision (con il produttore Dan Swanö alla batteria), con il quale proseguono l'evoluzione iniziata col precedente lavoro. Alla fine dello stesso anno grazie ad una line up completa con l'ingresso di Mattias Norrman al basso e di Daniel Liljekvist alla batteria, i Katatonia incrementano ancor di più la loro popolarità con un tour in Scandinavia di supporto ai Paradise Lost.
Il 2000 vede gli svedesi impegnati in numerosi concerti (che toccano Polonia ed USA) insieme agli "amici"Opeth. Nell'estate del 2001 pubblicano Last Fair Deal Gone Down, nel quale spicca la qualità e la bravura di Renske nelle vocals e quella di Nyström in fase compositiva. Se qui sono le parti atmosferiche a dominare, non si pùo dire lo stesso di Viva Emptiness, pubblicato dopo un tour europeo sempre con gli Opeth. I riff di chitarra si fanno più "pesanti" e a tratti ipnotici, come nel finale di “Sleeper”. Renske rispolvera il growl, come nel chorus di “Ghost Of The Sun”, anche se non mancano i momenti più riflessivi come in ”Omerta” e in “A Premonition”.
Grazie al grande successo di pubblico, i Katatonia partono come headliner per un tour che tocca tutta Europa e che prosegue anche nel 2004.
Il 2005 vede la pubblicazione di due compilations : la prima, Brave Yester Days ,con la “Avantgarde Music” che copre il periodo 1992-1997; la seconda, The Black Session, uscita per “Peaceville Records”, contiene materiale del periodo 1998-2004. In questo periodo si esibiscono per la prima volta in Russia e in gran parte dell’Europa dell’Est.
Il 2006 può essere definito l'anno della consacrazione definitiva. Esce The Great Cold Distance, ritenuto da molti l'album più bello dei Katatonia, dove la parti aggressive ed atmosferiche raggiungono un perfetto equilibrio e nel quale si possono rintracciare influenze dei Tool.
Per il 2007 è prevista una nuova edizione di The Great Cold Distance masterizzata in 5.1, in versione digipack contenente due bonus tracks.

Scritta da BloodyMary
Discografia:
Scheda Jhva Elohim Meth... the Revival
Anno
1992
Recensioni
0
Preferiti
1
Scheda Dance of December Souls
Anno
1993
Recensioni
0
Preferiti
11
Scheda For Funerals To Come(E.P.)
Anno
1995
Recensioni
0
Preferiti
0
Scheda Brave Murder Day
Anno
1996
Recensioni
1
Preferiti
29
Scheda Primordial / Katatonia (Split 10
Anno
1996
Recensioni
0
Preferiti
0
Scheda Sounds Of Decay
Anno
1997
Recensioni
0
Preferiti
1
Scheda Discouraged Ones
Anno
1998
Recensioni
0
Preferiti
7
Scheda Tonight´s Decision
Anno
1999
Recensioni
0
Preferiti
10
Scheda Last Fair Deal Gone Down
Anno
2001
Recensioni
0
Preferiti
7
Scheda Viva Emptiness
Anno
2003
Recensioni
0
Preferiti
9
Scheda Brave Yester Days
Anno
2004
Recensioni
0
Preferiti
0
Scheda The Black Sessions
Anno
2005
Recensioni
0
Preferiti
1
Scheda The Great Cold Distance
Anno
2006
Recensioni
0
Preferiti
18
Scheda Live Consternation
Anno
2007
Recensioni
0
Preferiti
0
Scheda Night Is the New Day
Anno
2009 (2 Novembre)
Recensioni
0
Preferiti
0