Arch Enemy

Anno di formazione
1995
Nazione
Stato
Attivi
Membri
Michael Amott - Chitarra
Christopher Amott - Chitarra
Angela Nathalie Gossow - Voce
Daniel (John) Erlandson - Batteria
Sharlee D'Angelo - Basso
La foto della band non è disponibile.
Biografia:
Gli Arch Enemy vengono fondati nel 1995 dall'ex chitarrista dei Carnage, Carcass e Candlemass Michael Amott. La line-up è completata con il fratello di Michael, Cristopher, alla chitarra, Johan Liiva (ex-Carnage) alla voce, e dal batterista Daniel Erlandsson (Armageddon, Eucharist).
Il primo disco, "Black Earth", è rilasciato nel 1997 dalla Wrong Again Records. L'album ha subito un ottimo riscontro sia in Giappone che in Europa (gli unici due posti dove venne venduto), e tutt'ora viene considerato come la release più aggressiva e migliore. In questo primo LP, Michael ha scritto praticamente tutto il materiale, occupandosi di tutte le parti di chitarra e di basso.
Grazie al successo di "Black Earth" il gruppo firma un contratto con la Century Media e nel 1998 viene pubblicato il secondo full-leght, "Stigmata", che vede un cambio al basso e alla batteria con l'entrata di Martin Bengtsson e Peter Wildoer. L'album ottiene un grande successo ed è distribuito in tutto il mondo.
Nel 1999 Sharlee D'Angelo diviene il nuovo bassista e Daniel Erlandsson viene reclutato per la seconda volta. "Burning Bridges" è pubblicato nello stesso anno, seguito da un disco dal vivo, "Burning Japan Live 1999". "Burning Bridges" segnò comunque una svolta nello stile degli Arch Enemy, cominciando un approccio più melodico, senza per questo dimenticare la pesantezza dei primi due dischi.
Nel 2001, su richiesta della band, Johan Liiva esce di scena. La nuova singer, Angela Gossow, viene reclutata in modo abbastanza singolare: prima di entrare negli Arch Enemy era infatti una giornalista oltre che una cantante e, durante un'intervista con Michael, gli fece ascoltare un suo demo, colpendo nel segno.
Alla fine del 2001 viene pubblicato "Wages of Sin", il primo album con Angela alla voce. I tour diventano sempre più lunghi e gli Arch Enemy si ritrovano a suonare con band del calibro di Opeth, Nile, Slayer e Motorhead, acquisendo una fama mondiale poi consolidata.
Nel 2003 esce "Anthems of Rebellion" che sarà uno dei dieci album più venduti dalla Century Media.
Verso la fine del 2004 il gruppo pubblica l'EP, "Dead Eyes See No Future", contenente canzoni live e cover di Megadeth, Manowar e Carcass.
A Giugno del 2005 la band termina le registrazioni del nuovo album, Doomsday Machine, rilasciato nello stesso anno.


Scritta da Marcos
Discografia: